ENPAPI per i liberi professionisti

Cos'è l'ENPAPI?

L’Ente Nazionale di Previdenza e Assistenza della Professione Infermieristica (ENPAPI), già Cassa Nazionale di Previdenza ed Assistenza in favore di IPASVI, ha la forma giuridica della Fondazione di diritto privato.

Esercita, sull’intero territorio della Repubblica, la funzione di tutela previdenziale ed assistenziale in favore di Infermieri, Assistenti Sanitari, Infermieri Pediatrici, dei loro familiari e superstiti, che esercitano la professione in forma diversa da quella subordinata, secondo quanto stabilito dallo Statuto e dal Regolamento di Previdenza, atti approvati dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, che svolgono, ai sensi del d.lgs. 509/94, la funzione di vigilanza.

La disciplina applicabile all’Ente, per quanto riguarda l’organizzazione, è quella contenuta nelle norme del codice civile in tema di Fondazioni e nel predetto d.Lgs. n. 509/1994, normativa di riferimento per tutti gli Enti di previdenza privati.

Sono Organi dell’Ente: il Consiglio di Indirizzo Generale, il Consiglio di Amministrazione, il Presidente, eletto dal Consiglio di Amministrazione tra i suoi componenti, il Collegio dei Sindaci. La struttura amministrativa, allo stato attuale, è composta dal Direttore Generale e da ventotto dipendenti.

Quali servizi eroga l'ENPAPI?

ENPAPI eroga:

  • trattamenti pensionistici di vecchiaia, invalidità, inabilità, superstiti (di reversibilità ed indirette);
  • indennità di maternità, prevista dal Decreto legislativo 26 marzo 2001, n. 151;
  • interventi assistenziali, in forza di appositi Regolamenti, approvati dai Ministeri Vigilanti, con particolare riferimento a:
  • erogazioni per stato di bisogno;
  • indennità di malattia;
  • contributo per spese funebri;
  • trattamenti economici speciali;
  • contributo per l’avvio e l’esercizio dell’attività libero – professionale;
  • borse di studio, in favore di Iscritti e di figli di Iscritti o Pensionati dell’Ente, che abbiano conseguito risultati di studio particolarmente meritevoli.

L'iscrizione a ENPAPI è obbligatoria?

Sussiste l’obbligo di iscrizione ad Enpapi per i soggetti, iscritti nei Collegi provinciali IPASVI, che esercitano attività libero professionale

  • in forma individuale in quanto titolari di:
    partita IVA,
    rapporto di collaborazione coordinata e continuativa;
    prestazioni di lavoro autonomo non abituale.
  • in forma associata in qualità di:
    associato ad uno studio professionale;
    socio di cooperativa sociale con rapporto di lavoro autonomo.

Per avere maggiori informazioni, vi consigliamo di consultare il sito ENPAPI: www.enpapi.it